Sala Fontana: “Edipo Re”

edipo re

Dal 14 al 17 aprile il Teatro Sala Fontana ospita Edipo re della compagnia emiliana Archivio Zeta, che al termine di quindici anni di volontario esilio artistico e spettacoli monumentali al Cimitero Militare Germanico del Passo della Futa torna a calcare i palcoscenici dei teatri con un grande classico.

Archivio Zeta, formata da Enrica Sangiovanni e Gianluca Guidotti, gruppo vincitore nel 2014 del Premio Rete Critica come miglior progetto organizzativo, propone una versione di Edipo Re che cammina sul filo dei contrasti, degli interrogatori e delle indagini alla ricerca ossessiva del colpevole. In scena due figure istruiscono il procedimento ineluttabile che porta alla conoscenza e quindi al dolore.

Nell’allestimento di questa tragedia per eccellenza, Enrica Sangiovanni e Gianluca Guidotti hanno unito un’attenta ricerca filologica con la contemporaneità della nuova traduzione di Federico Condello, filologo dell’Università di Bologna.

La storia di Edipo è quella di un “re democratico” sospeso fra amore per il proprio popolo e rischio dell’assolutismo. Un “re democratico” che è tale finché ignora i propri legami con la “famiglia” regnante di Tebe, e che cessa d’essere re proprio quando i suoi diritti di erede vengono alla luce, insieme ai suoi involontari ma abominevoli delitti: parricidio e incesto. Ruolo primario in questa versione di Edipo Re hanno la musica e i suoni di Patrizio Barontini, pensati come espansione della parola, delle sue forme timbriche e della sua articolazione ritmica. I legami che si creano così fra suoni e parole danno vita a nuovi spazi comuni, condivisi, nei quali entrambi i piani si arricchiscono di senso.

La condivisione si attua sul piano dei contenuti e si proietta anche nello spazio acustico reale grazie alla diffusione multicanale del suono e della voce. In un cromosoma di luce, Antonio Rinaldi ha disegnato invece uno spazio sospeso indefinito o iperdefinito, un passaggio dalla visibile oscurità alla luce accecante, dall’ignoranza verso il sapere, per ambientarvi la storia di un bambino preso nella trappola genetica e abbandonato al suo destino.

 

EDIPO RE
di Sofocle
diretto e interpretato da Enrica Sangiovanni Gianluca Guidotti

DOVE? Teatro Sala Fontana

QUANDO? dal 14 al 17 aprile ore 20.30 (domenica ore 16)

PREZZI: intero 18€, ridotto 14/9€

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*