Senza filtro, dai navigli con poesia

Senza filtro di Fabrizio Visconti è un delicato e conciso omaggio ad Alda Merini, la Poetessa dei Navigli, in scena fino al 9 novembre al Teatro Libero, a due passi dal Naviglio tanto amato.

Sul palcoscenico campeggia il disordine, il bar Charlie è letteralmente sottosopra “la notte dopo”, eppure risulta facile pensare fosse proprio sempre così, un caotico spazio legato intimamente alla routine di persone ora assenti. Perché al bar c’è solo una bellissima e precisa Rossella Rapisarda, circondata da assenze chiamate per nome. Al centro, in prima fila, la macchina da scrivere, simbolo sufficiente a suggerire la presenza della poetessa sulla scena; letta e raccontata da un angelo custode che, su toni stralunati, segue il robusto filo della narrazione con linguaggio lieve nei gesti, semplice nelle parole.

Sembra un piccolo mondo di fantasmi, racchiuso nella cornice di una scena limpida, ma offuscata nei momenti opportuni. Accompagnano le musiche originali di Marco Pagani, contribuendo a calare sul palco un velo malinconico, di quella malinconia che non cede all’apologia del personaggio ma lo ricorda, e soprattutto lo legge, sussurrandolo, gridandolo, ballandolo sulle note di uno scanzonato Celentano – “perché l’Adriano ci piaceva tanto”. Un coro sostenuto da un’unica voce, un unico personaggio che si muove fra il goffo e lo spaesato, mai incerto della sua ironica stravaganza, in uno spazio sottolineato da calibrati e suggestivi giochi di luce a mettere in risalto umori e nostalgie, racchiusi in una scansione temporale incalzante.

Abusata forse la parola Amore, rivendicata sempre sì, dalla donna, dalla poesia, e dal dolore che le nutriva, e sempre sostenuta da una dura e consapevole rabbia, spesso crudele, viscerale. Amore che non esisterebbe senza il suo contrario, senza quel Vuoto d’amore, condanna e insieme privilegio della sua poesia, e, più opportunamente come ben emerge nello spettacolo, della sua vita.

 

Arianna Lomolino

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*