Franco Parenti: “La solitudine dell’ape”

Le api esistono da milioni di anni, prima ancora dell’arrivo dell’uomo. Ma oggi, in diversi paesi del mondo, sono in crisi: che cosa sta succedendo? Cosa è cambiato? E cosa cʼentrano la vita del chimico Justus Von Liebig, il modo di coltivare la terra e di alimentarsi, con lʼattuale diminuzione delle api negli alveari?

La Solitudine dellʼApe è un racconto-canzone che mette insieme i tasselli di questa storia, proponendosi di dare delle risposte, di superare luoghi comuni, di informare, di stimolare una ribellione al sistema della monocultura e del profitto a tutti i costi. Un uomo qualunque sʼinterroga sul problema della scomparsa delle api inanellando un grottesco rosario di luoghi comuni, fino a liquidare la faccenda concludendo che per comprendere le questioni complesse ci vuole tempo. Il tempo di (ri)partire da lontano ed entrare in una storia, quella del barone Justus Von Liebig; la sua vita – dai primi catastrofici esperimenti con la polvere da sparo nel retrobottega del padre fino alla rocambolesca invenzione dei concimi chimici che rivoluzioneranno la storia dellʼagricoltura sradicando lʼuomo dalla terra – è una disarmante rappresentazione del nostro tempo, nonché la scintilla dʼinnesco della pratica delle monocolture, sistema di gestione delle coltivazioni con un metodo industriale che impone un uso massiccio di pesticidi per contrastare i parassiti delle piante.

Lo spettacolo ha visto unirsi apicoltori, attori, scrittori, musicisti, disegnatori e visionari con l’obiettivo di rappresentare lo scollamento dell’uomo da sé stesso e da ciò che lo circonda attraverso il racconto della solitudine dellʼape (che è anche paradigmatico della nostra solitudine): un attore-narratore, Andrea Pierdicca, e un gruppo non solo musicale, gli Yo Yo Mundi, cercano di ricollegare i fili invisibili che uniscono i destini dell’uomo a quelli dell’ape e degli altri essere viventi del nostro pianeta. Perché anche la scomparsa di piccolissimi organismi viventi è un fatto che ci riguarda: sono loro, infatti, insieme alle piante, a fare il lavoro duro e invisibile di assicurare la permanenza della vita sulla terra.

Programma della serata 

ore 18.00 Convegno (ingresso libero)

Api in comune | Salviamo le api per salvare il mondo 

Scienza e conoscenza s’interrogano: è sostenibile l’odierna agricoltura intensiva?

ore 20.00 rinfresco con degustazione di alimenti biologici e biodinamici e derivati dall’alveare

ore 21.00 La solitudine dell’ape di Andrea Pierdicca e YoYo Mundi

Evento promosso da UNA-API, Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani, CONAPI, Consorzio Nazionale Apicoltori, e Bee Generation, in collaborazione con Teatro Franco Parenti, Ecor, Naturasì, Cuorebio, Nuova Casenovole Azienda Agricola e Giordano Lombardo Azienda Agricola Biodinamica.

LA SOLITUDINE DELL’APE    
di e con Andrea Pierdicca e gli Yo Yo Mundi
regia di Antonio Tancredi

DOVE? Teatro Franco Parenti

QUANDO? 21 giugno – ore 21

PREZZI:  Unico 15€

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*