Franco Parenti: “Je me fut”

Je me fut: uno spettacolo cantato e recitato in diverse lingue che trasfigura la storia autobiografica di Rosalina Neri, le sue esperienze, gli ambienti culturali che ha attraversato. In scena con lei un pianista ad accompagnarla. La drammaturgia di Cristina Pezzoli, che ne ha curato anche la regia, è stata generata dai racconti e dalle affabulazioni di Rosalina, e successivamente trasfigurata.

In una piazza qualunque di un qualunque posto una vecchia barbona che parla con un grammelot che alterna francese, italiano, milanese, inglese, e risponde ad un personaggio immaginario (che però per lei esiste) che le chiede conto di cosa sia stata la sua vita; risalendo il corso degli anni lei riavvolge il nastro degli eventi passati mischiando verità e finzione, vita dei vivi e vita dei morti, fino a toccare la cronaca del presente.

Dal sacchetto della spesa della balorda clocharde escono reperti misteriosi che animano diversi curiosi personaggi: una centenaria Marylin Monroe che racconta di non essere morta, ma di vivere nascosta in incognito sulla Costa Azzurra, la Campanona contrabbandiera di sigarette, una cartomante che quando va in trance parla con le anime dei defunti in dialetto milanese, un attrice su un tram in un clima da noir…

Alla fine l’invisibile personaggio, il ragionier Dio-r, al quale la barbona si è rivolta tutto il tempo, manderà attraverso la cartomante un responso sulla vita della balorda, da cui dipenderà la sua destinazione finale, il posto assegnatole nel Grande Archivio del Mondo. Che sarà di lei?

JE ME FUT – Memorie false di una vita vera    
con Rosalina Neri
regia di Cristina Pezzoli

DOVE? Teatro Franco Parenti

QUANDO? Dal 23 al 26 giugno

PREZZI:  Intero 25€, ridotto Over60/Under26 14€ (+ prev. 1,50€)

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*