Teatro Franco Parenti: “Vorrei essere figlio di un uomo felice”

vorrei essere

Dopo il tutto esaurito dello scorso anno, Gioele Dix torna con il suo monologo intenso, personale e divertente che usa come filo conduttore la vicenda di Telemaco che cerca il perduto padre Ulisse per diventare un discorso sulla paternità in generale. Un viaggio ispirato ai primi quattro canti dell’Odissea nel quale Gioele Dix racconta e approfondisce una vicenda letteraria e umana fitta di simboli, recitando, raccontando, leggendo e commentando, sempre insieme al pubblico.
Un recital vivace e documentato, fra comicità, suggestioni colte, rimandi alla contemporaneità e tratti di improvvisa e affilata ironia.

All’inizio dell’Odissea, Ulisse è assente e lontano. A Itaca, nessuno sa se sia ancora vivo e se mai farà ritorno. Omero, come il più navigato degli sceneggiatori, sceglie di ritardare l’entrata in scena del suo primo attore. E con lui, l’apparizione di personaggi e avvenimenti strabilianti che renderanno indimenticabile il suo viaggio la maga Circe, il ciclope Polifemo, il canto delle Sirene, la discesa nell’Ade, gli incantesimi della dea Calipso. Tutto accadrà dal quinto canto in poi. Infatti i primi quattro canti dell’Odissea sono meno conosciuti. Eppure, in essi si racconta di un altro viaggio, quello del figlio di Ulisse alla ricerca del padre. Un breve ma intenso romanzo di formazione in cui il figlio del protagonista prova a uscire dall’ombra e imparare a crescere.

VORREI ESSERE FIGLIO DI UN UOMO FELICE
L’Odissea del figlio di Ulisse, ovvero come crescere con un padre lontano
di e con Gioele Dix

DOVE? Teatro Franco Parenti

QUANDO? dal 26 novembre all’1 dicembre

PREZZI: I settore intero 38€
II e III settore intero 30€; under26/over65 18€; convenzioni 21€
IV settore
intero 21€; under26/over65 15€; convenzioni 21€

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*