Teatro Verdi: “Con un’accetta piantata nel cervello”

accetta

Arriva al Teatro Verdi la trilogia noir di Giorgio Ganzerli. Tre gialli, tre monologhi semiseri nei quali viene svelata con ironia la follia delle persone così dette “normali” per sorridere alle stranezze quotidiane del nostro vicino di casa, del nostro collega di lavoro, ma soprattutto di noi stessi.

Perché l’autoironia è l’unica difesa contro la follia.

“La mattina del 2 maggio viene trovato l’avvocato Sergio Gironi con un’accetta piantata nel cervello…”
Inizia così per l’ispettore Mariani un’indagine apparentemente facile ma che si dimostrerà molto complicata e ricca di colpi di scena.
Attraverso le testimonianze della governante, del portinaio, della vicina di casa e di tanti altri testimoni scoprirà che la vita dell’avvocato, apparentemente tranquilla, in realtà era molto movimentata e per niente monotona. Altri cadaveri verranno trovati con un’accetta piantata nel cervello fino a travolgere la vita privata dell’ispettore.
Chi è l’assassino? Perché uccide? L ’ispettore Mariani insieme all’infallibile agente Agroppi cercheranno di assicurare l’assassino alla giustizia.
Successivi appuntamenti:
27 e 28 aprile 2017: UNA TRANQUILLA RAPINA IN BANCA
29 e 30 maggio 2017: ASSETATI D’AMORE

CON UN’ACCETTA PIANTATA NEL CERVELLO
di Giorgio Ganzerli

DOVE? Teatro Verdi

QUANDO? 27 e 28 marzo

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*