Teatro Libero: “Call of duty – Fake version”

call of duty

I lettori di Milanoteatri potranno assistere allo spettacolo con biglietti a prezzo speciale di 12€ (anziché 16€) chiedendo in biglietteria di usufruire della “Promozione Milanoteatri” oppure prenotando via email (biglietteria@teatrolibero.it) sempre specificando la “Promozione Milanoteatri”


Due uomini in pigiama in qualche luogo dell’Occidente; due giovani spose di Jhiadisti in Siria; due foreign fighters in Ucraina; una madre e suo figlio in un altro dove, senza luogo. Sono le persone senza nome di una guerra al tempo stesso reale e virtuale.
Call Of duty – fake version è la chiamata al dovere, la chiamata a trovare un senso alla propria vita. Un viaggio nella “terza guerra mondiale frammentata”, nel terrorismo, uno spaccato di storia contemporanea che ci coinvolge tutti.

Call of duty è il titolo di un famosissimo videogioco “spara-tutto” molto conosciuto sia fra i teen ager sia fra gli adulti, che incolla al monitor migliaia di persone nel mondo. E proprio da lì prende le mosse questo spettacolo, da una versione “fake” del gioco che, secondo l’autrice, ti permette di impersonare anche i cattivi del videogioco, e quindi di alterare la storia. Ma uccidere un personaggio nel videogioco può alterare realmente la storia? Può essere causa di altre morti? La risposta è sì, quando la differenza fra realtà e immaginario diventa così labile da sparire.

Call of duty – fake version è un viaggio in tempi diversi e spazi lontani che porterà gli otto personaggi ad immergersi nella sensazione di pericolo perenne che caratterizza la nostra epoca.

Dalla Siria all’Ucraina, dall’Italia agli Stati Uniti, il pericolo è in agguato dietro alle nostre effimere sicurezze. Perché si combatte questa “maledetta guerra”?

Lo spettacolo è uno spaccato di storia, vite e paure, forse unite da ramificazioni superiori che muovono il mondo conteporaneo, in cui il confine tra reale e virtuale è sottilissimo e spesso finisce con l’andar smarrito. Confondere questi due livelli è una delle malattie più pericolose del nostro tempo. Non avere cognizione della realtà, convinti di giocare a un eterno videogame con le vite degli altri. Call of Duty – fake version è una chiamata al dovere per alcuni, ma è una chiamata alla consapevolezza dell’intelligenza degli uomini. In scena, quattro attori rappresentano otto personaggi: storie accomunate dal grande tema della guerra e del terrorismo, o meglio della convinzione che la guerra sia Bene/Liberazione/Santa/Necessaria; personaggi profondamente umani e fragili,con le loro storie, effimeri come ciò che a qualsiasi latitudine muove il mondo.

CALL OF DUTY – FAKE VERSION
di Tatiana Olear
regia Manuel Renga
con Valerio Ameli, Sara Dho, Francesco Meola e Silvia Rubino

DOVE? Teatro Libero

QUANDO? dal 13 al 19 marzo ore 21 (domenica ore 16)

PREZZI: intero 16€, ridotto con promozione Milanoteatri 12€

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*