Teatro Franco Parenti: “Perlasca”

perlasca
Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Alessandro Albertin interpreta tutti i personaggi di questa vicenda straordinaria con grande eleganza, chiarezza e intensità, costruendo, anche grazie alla delicata regia di Michela Ottolini, un gioiello teatrale intelligente e responsabile.

Budapest, 1943. Giorgio Perlasca, un commerciante di carni italiano, è ricercato dalle SS.
La sua colpa è quella di non aver aderito alla Repubblica di Salò. Per i tedeschi è un traditore e la deve pagare. In una tasca della sua giacca c’è una lettera firmata dal generale spagnolo Francisco Franco che lo invita, in caso di bisogno, a presentarsi presso una qualunque ambasciata spagnola. In pochi minuti diventa Jorge Perlasca e si mette al servizio dell’ambasciatore Sanz Briz per salvare dalla deportazione quanti più ebrei possibile. Quando Sanz Briz, per questioni politiche, è costretto a lasciare Budapest, Perlasca assume indebitamente il ruolo di ambasciatore di Spagna. In soli 45 giorni, sfruttando straordinarie doti diplomatiche e un coraggio da eroe, evita la morte ad almeno 5.200 persone.

A guerra conclusa torna in Italia e conduce una vita normalissima, non sentendo mai la necessità di raccontare la sua storia, se non a pochi intimi. Vive nell’ombra fino al 1988, quando viene rintracciato da una coppia di ebrei ungheresi che gli devono la vita.

PERLASCA
IL CORAGGIO DI DIRE NO
di e con Alessandro Albertin
a cura di Michela Ottolini

DOVE? Teatro Franco Parenti

QUANDO? dal 28 novembre al 3 dicembre ore 19.30 (domenica ore 16.15)

PREZZI: platea 23,50€, galleria 18€, ridotto 15€

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*