Teatro della Cooperativa: “Mafie, maschere e cornuti”

Ripartendo dallo spettacolo Nomi, cognomi e infami (che ha girato l’Italia per ben dieci anni con oltre cinquecento repliche complessive) Giulio Cavalli, attore, regista, giornalista e scrittore, torna al Teatro della Cooperativa con una nuova “giullarata antimafiosa”: Mafie, maschere e cornuti che sarà in scena dal 28 novembre al 6 dicembre.

Cavalli, da sempre impegnato su questi argomenti, ha il preciso obiettivo di demolire l’onorabilità mafiosa delle nuove leve, raccontandone i vizi privati e smontandone l’onore. Offre così al pubblico una carrellata di personaggi e vicende note e meno note: ci sono i mafiosi surgelati che ad Alcamo si incontrano nella cella frigorifera di un negozio di ortofrutta sperando di non essere ascoltati, i bambini di ’ndrangheta che scrivono lettere in cui sognano di “diventare boss come papà”, c’è il camorrista che si traveste da donna per coprire la propria latitanza, i fratelli Marchese (Cosa Nostra) che pensano di uccidere i genitori dell’amata di uno dei due per aggirare la norma che impedisce a un uomo d’onore di sposare una donna con genitori separati (ma non orfana), c’è il padrino che autorizza una storia di corna per “liberare” uno dei suoi picciotti, c’è il patetico giuramento mafioso con cui si viene “combinati” e molto altro.

Ripercorrendo le operazioni antimafia degli ultimi anni, Mafie, maschere e cornuti racconta la tragica comicità di una mafia che svelata non può fare così paura. Perché ridere di mafia è antiracket culturale. E le mafie, come tutte le cose terribilmente serie, meritano di essere derise.

MAFIE, MASCHERE E CORNUTI – Giullarata antimafiosa
di e con Giulio Cavalli

DOVE? Teatro della Cooperativa

QUANDO? dal 28 novembre al 6 dicembre

PREZZI: intero 18€, ridotti 15/9€, giovedì biglietto unico 10€

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*