Sister Act: intervista a Marco Pagani

sister act

Sabato 19 e domenica 20 gennaio la Compagnia “I Viaggiattori” sarà a Milano sul palco del Teatro Nuovo con “Sister Act” nuovo musical del gruppo piacentino che arriva nel capoluogo lombardo dopo il debutto a Salsomaggiore Terme.

Per l’occasione abbiamo intervistato Marco Pagani al quale spetta il ruolo del detective Eddie Umidino

sister actCiao Marco, iniziamo parlando un po’ della Compagnia “I Viaggiattori”
La Compagnia è nata nel 2008, io sono entrato in occasione di “Hairspray”. Devo dire che Sister Act è sempre stato un po’ il nostro obiettivo, il nostro sogno nel cassetto e appena c’è stata la possibilità di prenderne i diritti abbiamo deciso di portarlo in scena. Abbiamo fatto sold out nella data zero a Salsomaggiore e praticamente anche le due date di Milano sono quasi esaurite. Nella compagnia I Viaggiattori mi trovo benissimo, siamo un gruppo affiatato, direi una famiglia dove giù dal palco non esistono protagonisti ma si lavora tutti nella stessa direzione. Abbiamo anche una band dal vivo e un coro statico che rendono aumentano ancora di più la qualità degli spettacoli e ovviamente ci sono tante persone che non vanno in scena ma che sono fondamentali.

Quali sono i punti di forza di Sister Act?
E’ sicuramente un titolo che la gente conosce anche grazie al film del 1992 con Whoopi Goldberg e ai musical che sono stati fatti nel corso degli anni. Le canzoni sono veramente bellissime. Una grande produzione a livello di musiche, testi, coreografie, luci e tutto similare a quella di Broadway perché abbiamo fatto un lavoro enorme per cercare di essere più fedeli possibile alla versione originale. Uno spettacolo che piace perché anche i cattivi sanno fanno ridere, poi ovviamente ci saranno momenti emozionanti con messaggi profondi che non voglio svelare.

Arrivare in una piazza importante come Milano e su un palco come quello del Nuovo è un’emozione particolare?
Sicuramente sì. Il Teatro Nuovo di Milano è un po’ la patria del musical. La nostra ambizione è proprio quella di arrivare a palchi del genere e avercela fatta ti fa battere fortissimo il cuore. Siamo contenti di essere arrivati al Nuovo e speriamo in futuro di raggiungere teatri altrettanto importanti

Parliamo di come hai costruito il tuo personaggio, ti sono stati utili il film e le versioni precedenti del musical?
Io interpreto Eddie Umidino, il poliziotto che nel film non è così esaltato come nel musical. Diversi personaggi del film sono stati ricostruiti con una storia attorno a loro nel musical ed Eddie è uno di questi. Si tratta di un personaggio positivo e appassionante, fa ridere ed è un po’ lo “sfigato” dello spettacolo, ma nel corso della storia saprà diventare fondamentale. Abbiamo analizzato il personaggio nelle versioni di Broadway cercando capire movimenti e atteggiamenti.

Dopo Milano sarete a Piacenza…
Esatto e siamo molto felici di poter fare tre date nella nostra città dal 7 al 9 febbraio. Questo spettacolo ci sta dando grandi soddisfazioni ed è il frutto del lavoro di tutti. La gente non viene ai nostri spettacoli per vedere un grande nome, ma perché ormai siamo conosciuti come Compagnia grazie al lavoro che abbiamo svolto insieme.

Ringraziamo Marco Pagani e la Compagnia “I viaggiattori” ricordando l’appuntamento con “Sister Act” il 19 e il 20 gennaio al Teatro Nuovo.

intervista di Ivan Filannino

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*