Nudi e Crudi

Dopo aver girato l’Italia con una tournée che ha raccolto sold out in ogni paese, la commedia “Nudi e Crudi” torna a casa al Teatro della Cooperativa che l’ha lanciata.

Ad interpretare Maurice Ransome non c’è più Max Pisu ma Corrado Tedeschi, mentre sono confermatissimi Alessandra Faiella e Claudio Moneta.

Immaginate di rientrare una sera, dopo esser stati al Covent Garden per assistere a una splendida esecuzione del vostro amatissimo ‘Così fan tutte’, e trovare la vostra casa svuotata. Non rapinata – anzi ‘svaligiata’ perché anche nei momenti più difficili la precisione non deve venir meno: “le banche si rapinano, la case si svaligiano” – proprio completamente svuotata. Senza una sedia su cui lasciarsi cadere, un fornello con cui scaldare dell’acqua per fare un po’ di the, un telefono da cui chiamare la polizia (il cellulare non l’avete perché, per un avvocato maniaco della precisione, “rivela mancanza di organizzazione”). Persino la moquette è stata strappata… “l’avranno usata per avvoltolare lo stereo…”.

Immaginate di dover vagare per cercare aiuto e di incontrare personaggi sempre più stravaganti, mano a mano che i giorni passano e dei vostri ‘effetti personali’ non compare traccia… mentre voi vi adattate a vivere come campeggiatori in casa, trovandovi a fare i conti con le vostre identità e certezze…

Corrado Tedeschi e Alessandra Faiella vestono i panni dei beneducati Mr e Mrs Ransome del capolavoro di Alan Bennett, prestando la propria sapienza comica ai loro turbamenti, discussioni, contraddizioni, di fronte alla girandola di situazioni inattese che minano profondamente la granitica abitudine della coppia. In un percorso in cui entrano in contatto con una divertente galleria di personaggi strampalati eppur credibili, incarnazione di un ‘altro’ indispensabile ai coniugi per poter (non) comunicare, che ha, in tutte le sue varianti, la voce e il corpo di Claudio Moneta.

Un percorso che potrebbe essere la pietra tombale del loro rapporto, o forse l’inizio di una nuova esistenza libera dalle soffocanti convenzioni. Sperimentando come la realtà possa essere contemporaneamente tragica ed esilarante. Dipende dal punto di vista.

 

NUDI E CRUDI
da un racconto di Alan Bennett
regia di Marco Rampoldi

con Alessandra Faiella, Corrado Tedeschi e Claudio Moneta

DOVE? Teatro della Cooperativa

QUANDO? dal 16 al 21 giugno ore 20.45

PREZZI: intero 18€, ridotto 13€

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*