“Nisciuno è fisso”, non solo a teatro

fissoFrancesca Puglisi col suo sorriso e la sua simpatia tiene in pugno il pubblico del Teatro della Cooperativa grazie allo spettacolo “Ccà nisciuno è fisso”, monologo scritto a quattro mani insieme ad Alessandra Faiella che ne ha curato anche la regia.

Questa fusione di idee tra un’attrice napoletana e una milanese
danno vita a un’opera più che mai divertente dove le due città sono in qualche modo protagoniste con il trasloco della povera Francesca dal sole di Napoli alla nebbia di Milano, tutto per inseguire il sogno di diventare attrice.

Tanti i temi toccati da Francesca Puglisi, dalle già citate differenze tra il nord e il sud, alla difficoltà di trovare lavori accettabili come attrice in contrasto con la possibilità di avere un posto fisso a Napoli e una vita scandita dagli orari di ufficio. Il precariato che anni fa era “riservato” a poche categorie, ora diventa sempre più comune e, con il sorriso sulle labbra, gli attori possono lamentare la perdita di tale esclusiva.

Tra i punti di forza dello spettacolo c’è sicuramente l’empatia che crea nel pubblico, difficile non ritrovarsi in almeno una delle varie vicissitudini raccontate dall’attrice.

Ivan Filannino

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*