Verdi: “L’è el di di mort, alegher”

alegher

Uno spettacolo di narrazione, di parole, di musica di immagini L’è el dì di mort, alegher!
Le parole sono quelle della Grande Guerra, quelle di uomini perduti e sperduti. Le parole di Delio Tessa, Carlo Salsa, Emilio Lussu, Enzo Jannacci, Boris Vian, Corrado Alvaro, che hanno vissuto quei giorni, quella guerra, tra ciò che è rimasto in mezzo alle macerie e ai paradossi. Lo sforzo di sorridere in faccia alla tragedia. In scena due attori Alarico Salaroli, Marco Balbi e la musica dal vivo per sottolineare i passaggi dello straordinario poema di Delio Tessa, considerato, forse malgrado lui e troppo tardi, uno dei più grandi autori del Novecento italiano.
Prodotto dal Tieffe Teatro lo spettacolo sarà in scena dal 26 al 31 gennaio per la Stagione del Teatro Menotti al Teatro Verdi ed è proposto ad un pubblico limitato di 45 spettatori, per cui la prenotazione è obbligatoria.

 

L’E’ EL DI DI MORT, ALEGHER!
NAVIGLI E TRINCEE
Storie e canzoni della Grande Guerra
da Delio Tessa, Carlo Salsa, Emilio Lussu, Enzo Jannacci, Boris Vian, Corrado Alvaro
alla fisarmonica Riccardo Dell’Orfano
musiche arrangiate e dirette da Alessandro Nidi
luci Mario Loprevite
regia Emilio Russo

DOVE? Teatro Verdi

QUANDO? dal 26 al 31 gennaio

PREZZI: intero 20€ (mercoledi 10€), ridotto 10€

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*