Industria Scenica (Vimodrone), stagione 2018/2019

Il celebre romanzo di Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017, prende vita su palcoscenico l’adattamento teatrale di Francesca Sangalli a opera di Minima Theatralia, una fra le compagnie emergenti piú poliedriche della scena teatrale contemporanea diretta da Marta M. Marangoni, arrivando a Vimodrone, nella sala Everest, e inaugurando la quinta​ Stagione Teatrale di Industria Scenica.

Dopo questo toccante spettacolo, evento inaugurale della programmazione, saranno altri 7​ gli spettacoli in programma in un ricco cartellone creato grazie al contributo del Comune​ di Vimodrone,​ del Ministero​ per i Beni e le Attività Culturali,​di Regione​ Lombardia,​del Circuito​ Regionale Multidisciplinare C.L.A.P.Spettacolodalvivo e di Fondazione​ Cariplo,​ e in stretta collaborazione con alcune Associazioni del territorio.

Come nelle edizioni passate, riprendendo la modalità tipica dell’ambito musicale (in cui l’esibizione dell’headliner è preceduta da quella dei cosiddetti “gruppi spalla”), gli spettacoli di compagnie e attori affermati saranno spesso preceduti da estratti di spettacoli di compagnie di riconosciuta esperienza o emergenti, inseriti nella sezione Apripista​.​ Durante questo primo appuntamento, ad aprire ufficialmente la serata e la nuova stagione sarà un lavoro targato Francesca Franzè,​ In​ Cortile -​ un viaggio fra le atmosfere musicali dell’Italia della prima metà del Novecento con canzoni e canzonette d’altri tempi da ballare e da cantare.

La Stagione​ di Industria Scenica costituisce una proposta culturale decisamente interessante – perché perfettamente in sinergia con le linee progettuali della Cooperativa, che dal 2012 unisce performance e innovazione sociale per portare in una storica balera spettacoli teatrali di grande valore. Industria Scenica da anni lavora sul territorio di Vimodrone e la sua Stagione Teatrale è

anche occasione di incontro delle Associazioni della zona per collaborare e cooperare. Per questo motivo gli argomenti degli spettacoli che l’Everest ospita fanno riferimento a tematiche di attualità, cercando anche di accogliere le richieste del proprio pubblico. Nasce così la Stagione Teatrale dell’Everest, all’interno della quale gli enti coinvolti, insieme ai gruppi e le Associazioni di Vimodrone, adottano uno spettacolo promuovendolo e sostenendolo insieme a Industria Scenica. È così che il progetto “Adotta​ uno spettacolo”​diventa il motore degli appuntamenti serali.

Una stagione teatrale che intende distinguersi non solo in quanto programmazione di spettacoli, ma come una​ vera azione di Partecipazione Culturale,​ in cui è lo stesso territorio a essere coinvolto in prima persona e a scegliere una proposta di espressioni artistiche per i suoi abitanti e non solo: portare il teatro in un luogo che da sempre è stato punto di incontro rappresenta la grande sfida di far rivivere e rigenerare uno spazio chiuso da tempo, di trasformare l’Everest in una “piazza al coperto” dove varie forme d’arte possano sempre di più incrociarsi e contaminarsi.

Gli spettacoli della stagione toccheranno del resto, insieme alle Associazioni che collaborano al progetto, differenti tematiche​ sociali legate alla società contemporanea come la montagna e la sfida uomo/natura, la famiglia e il supporto che rappresenta per tutti gli individui (in collaborazione con C.A.I. – sez. di Vimodrone e Comitato Genitori Vimodrone), la guerra (con la partecipazione delle Non Solo Mamme), l’inclusione sociale (insieme all’A.N.P.I. – sez. E. Ottolini); ricordando le vittime della mafia, passando per l’uguaglianza di genere, il dibattito sul ruolo della donna e i ricordi del passato intorno alla città di Milano.

La Stagione Teatrale all’Everest si rivolge al pubblico di Vimodrone​ e della Martesana​,​a tutte le Associazioni coinvolte, e da quest’anno vuole proporsi anche in modo più trasversale a tutti i cittadini (adulti, giovani e famiglie) della Città​ Metropolitana di Milano interessati ad una proposta teatrale di qualità.

 

26 ottobre
MINIMA THEATRALIA
Le Otto Montagne
drammaturgia
​ Francesca Sangalli
regia​ Marta Maria Marangoni
con​ Andrea Lietti, Giuliano Comin

9 novembre
PERMAR
Milite Ignoto
Quindicidiciotto
Uno spettacolo di Mario Perrotta

14 dicembre
NON SOLO MAMME
Essere Fenici: storie di R-ESISTENZE FEMMINILI

CABARET CIRCO
Serata di mirabolanti numeri circensi

11 gennaio
COMPAGNIA PICCOLI IDILLI
Kanu
Con Bintou Ouattara

22 febbraio
Serata contro le mafie

STALKER TEATRO
Steli
Progetto e regia Gabriele Boccacini

CINEMOVEL FOUNDATION
Rifiutopoli
Vito Baroncini alla lavagna luminosa
in dialogo con Enrico Fontana

ERRARE PERSONA
Esperanto
Drammaturgia e regia Damiana Leone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*