I segreti di una donna diversamente etero

etero

Dopo il caloroso riconoscimento del pubblico, e il Premio Scintille per Metafisica dell’amore, continua l’efficace collaborazione tra Giovanna Donini e il duo tutto al femminile Le Brugole.

La compagnia Le Brugole nasce nel 2011, dall’entusiasmo di Annagaia Marchioro e Roberta Lidia De Stefano.
Giovanna Donini, giornalista e autrice televisiva, è l’ideatrice della rubrica ‘Diversamente Etero’, leggibile online su Vanityfair.it. É da questa rubrica che si sviluppa l’idea di rappresentare sul palcoscenico Diario di una donna diversamente etero, per la regia di Paola Galassi.
Lo spettacolo è stato presentato-prima nazionale- in occasione della terza edizione del festival di teatro omosessuale Illecite Visioni, ed è ora in scena dal 16 al 21 Febbraio, al Teatro Filodrammatici di Milano.

Diario di una donna diversamente etero è uno spettacolo di racconti e segreti che ruotano intorno al mondo femminile. Vicende tragicomiche sull’amore, e sketch divertenti che tentano di sfatare i luoghi comuni dell’universo omosessuale, sono proposti al pubblico a mo’ di cabaret da trasmissione televisiva; non manca tuttavia la delicatezza nel ricordare un vissuto commovente di disagio e speranza.

Un modo di fare teatro insolito e coinvolgente. Lidia e Annagaia interpretano alternandosi, personaggi piuttosto caricaturali. Giocano con il pubblico facendo considerazioni divertenti e curiose richieste; cercano da subito di instaurare un rapporto d’amicizia e fiducia con i presenti.
Esperimento audace, non semplice da gestire. Si rimane delusi se il pubblico non è così partecipativo. Consigliamo di lasciare a casa la timidezza!

Le Brugole propongono un modo di fare teatro innovativo, dalle scelte registiche ai temi trattati.
Esprimere un pensiero su temi oggi così caldi non è semplice, ci vuole sicuramente intelligenza e rispetto. Rispettosa e non volgare è stata la loro proposta d’amore. Un amore che si manifesta per necessità e spontaneità, e non una moda. Necessità che oggi più che mai ha bisogno di essere rispettosamente ascoltata.

MilanoTeatri consiglia “Diario di una donna diversamente etero” a tutte le donne lesbiche, uomini gay, appassionati Ikea, e a tutti coloro che in generale abbiano voglia di riflettere un po’ di più sull’amore.

Valentina Naccarato

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*