Fragile/Kyoto

fragile/kyoto

 

Due notti inquiete in bilico tra amore e perdita.

Due ultime notti per ottenere risposte.

 

 

Fragile e Kyoto sono due atti unici di David Greig, due racconti vissuti durante la notte, quando la logica del giorno e della luce svaniscono, lasciando il posto alla verità, alla nostra pancia.

In KYOTO, ci troveremo in una stanza d’albergo: il microcosmo, asettico e poco familiare, dove Lucy e Dan (delegati agli incontri internazionali per la salvaguardia del pianeta) fanno i conti con una relazione mai “veramente” cominciata. I due, a distanza di anni dal primo incontro, cercano di scoprire la propria trasformazione e i loro desideri attuali: fanno i conti con le loro vite private e con scelte non più rimandabili. Un’ultima notte per scoprire cosa vogliono l’uno dall’altro, fino all’ultimo respiro, dentro la stanza.

L’occasione è anche quella di riparlare e far tornare alla memoria il tema della salvaguardia dell’ambiente e del pianeta: tema tanto caro a fine anni ’90, ma inspiegabilmente passato in secondo piano dietro l’emergenza economica-politica-finanziaria del nostro pianeta. La storia quasi d’amore dei due protagonisti diventa allora metafora della rovinosa storia d’amore che abbiamo con il nostro pianeta.

Specchiandoci e rivivendo le nostre vite con quelle di Dan e Lucy non faremo altro che sentire il rapporto sottile tra le vite individuali e la storia collettiva dove siamo cresciuti: i sogni e i desideri di questa coppia sono infatti attecchiti all’interno delle connessioni internazionali che il nostro mondo, oggi, offre a un gran numero di persone del pianeta.

Un’ultima notte per scoprire cosa vogliono l’uno dall’altro, fino all’ultimo respiro, dentro la stanza.

Con FRAGILE, incontreremo Jack, cliente di un centro di salute mentale che rischia la chiusura. Si presenta nel cuore della notte alla porta di Caroline, direttrice del centro, minacciandola con un piano estremo. Un altro microcosmo che soffoca e rischia di distruggere l’anima fragile di Jack: l’unica risposta possibile a questa mancanza d’amore è la minaccia.

I potenti mezzi del teatro offriranno al pubblico la possibilità di partecipare attivamente a questo monologo, interagendo con l’attore sul palco.

Con l’unione in un unico spettacolo di questi due atti unici di David Greig intendiamo gettare un ponte tra vite estremamente diverse, ma irrimediabilmente coinvolte nel nostro mondo sempre più globalizzato e sempre meno individualmente identitario. Da una parte troveremo i politici, Dan e Lucy, in preda a frustrazioni e incapacità di azione, dall’altra l’uomo della strada, Jack, con la disperazione di aver perso tutti i punti di riferimento della sua piccola vita.

 

FRAGILE/KYOTO
due storie quasi d’amore
di David Greig
regia Vittorio Borsari
con Silvia Giulia Mendola e Alberto Onofrietti

DOVE? Teatro Libero

QUANDO? dal 24 al 30 marzo, da lunedì a sabato ore 21.00. Domenica ore 16.00

PREZZI: intero 19€, ridotto 13€

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*