Capodanno a teatro

capodanno a teatro

Molti ancora non sanno come passare il Capodanno ecco perché una buona soluzione potrebbe arrivare dai teatri milanesi che offrono un’ampia scelta di spettacoli per la notte di San Silvestro dando la possibilità di passare il Capodanno a teatro brindando al nuovo anno in compagnia di registi e attori.

Iniziamo da una compagnia simbolo di Milano, ovvero i Legnanesi che tornano a festeggiare il Capodanno col proprio pubblico al Teatro Nazionale che sarà in scena proprio a partire dal 31 dicembre fino al 22 febbraio. Titolo dell’opera “La finestra sui cortili” e come al solito la famiglia Colombo dovrà affrontare mille divertenti equivoci ed ostacoli.

Il pubblico del Teatro Manzoni passerà San Silvestro insieme allo scatenato Piefrancesco Favino, eccezionale Arlecchino nella commedia “Servo per due” che dal 9 dicembre regala risate a volontà.

Un grande classico del musical al Teatro Nuovo, Flavio Montrucchio e Roberta Lanfranchi saranno i protagonisti dell’intramontabile “Sette spose per sette fratelli” in occasione dei 60 anni dall’uscita del film.

Le risate e il divertimento sono ovviamente il tema forte di Capodanno, così anche il Teatro Libero propone la famosissima commedia di Michael Frayn, “Rumori fuori scena” che racconta le avventura di una scalcinata compagnia teatrale.

Spettacolo dal profumo Pirandelliano al Teatro Filodrammatici con in scena “Mattia: a Life-Changing Experience” di Bruno Fornasari dove il Mattia del 21esimo secolo cerca di ripercorrere la strada del suo “antenato” Mattia Pascal. L’opera sarà anticipata da un aperitivo alle ore 21.

Al Teatro della Cooperativa la serata di capodanno inizia alle 20 con la cena, alle 22.30 salgono sul palco Walter Leonardi e Flavio Pirini con il loro “Fondamentalmente avevamo voglia di rivederci” un mix di teatro e varietà che farà ridere tutti.

Serata speciale anche al Teatro Litta dove Stefano Benni porta sul palco “Le Beatrici”. un modo di fare teatro graffiante e diretto, che invita a sorridere ma soprattutto a riflettere sulla complessità della figura femminile.

Infine fa addirittura in quattro il Teatro Elfo Puccini con ben quattro spettacoli divisi nelle sue tre sale. “Frost/Nixon” in sala Shakespeare (20.30), “Grasse risate, lacrime amare” (21) e “Generazione disagio – Dopodiché stasera mi butto (22.30) in sala Fassbinder, Shakespeare a Meranda (18.30) in sala Bausch.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*