Campo Teatrale, Opera Liquida: “Disequilibri circensi”

circensi

Disequilibri circensi è ambientato in un circo, grande metafora del nostro essere in scena, rinchiusi o no. Il circo, gli equilibri, le distanze. Quanto misurano le distanze tra un essere umano e il resto del mondo? Tra me e te? Riconoscerci come acrobati della vita, come animali più o meno addomesticati, come clown in grado di ridere delle proprie miserie.
Il circo è per sua natura antico e atemporale. La pista è il cerchio dove tutto accade. E’ ciò che di magnifico e magnificente esiste sotto i riflettori, che se guardato alla luce del giorno appare anche fatiscente, con quello strato di polvere di vita che ne appanna la brillantezza, che ne mette in evidenza lo squallore. Di chi vorrebbe ma non può, di lustrini mal cuciti o invecchiati con il tempo. Questo ci affascina del circo. La sua componente animale. Un atleta è anche un animale, un essere umano lo è, la metamorfosi afferma il suo essere selvatico e addomesticato insieme.

Disequilibri circensi racconta di migrazioni fisiche, emotive, trasformative e vitali. Continui spostamenti, raccontati dal nostro gruppo multietnico. Il testo, oltre che in lingua italiana, a tratti è recitato nelle diverse lingue di provenienza degli attori.
Opera Liquida va al circo, è un circo, misura il circo.

DISEQUILIBRI CIRCENSI
testo teatrale originale Compagnia Opera Liquida
con gli scritti degli attori reclusi
In scena gli attori reclusi ed ex reclusi di Opera Liquida
Casa di Reclusione Milano Opera
Maria Chiara Signorini e Giulia Marchesi
Montaggio drammaturgico e regia Ivana Trettel

QUANDO? domenica 5 maggio ore 16

DOVE? Campo Teatrale

PREZZO: 10 euro