Après-coup: “Nina Madù e le reliquie commestibili”

nina madù

Sul palco di Après-coup Milano, via Privata della Braida 5, il 15 febbraio alle ore 21 arriva la musica inquietante e retro di: Nina Madù e le reliquie commestibili, di e con Camilla Barbarito.

Le Reliquie Commestibili, terribilmente eleganti, prendono posto. Dagli strumenti cominciano a sgorgare i loro suoni sinistri. Come sbucata da una qualche grata della metropolitana, scintillante meravigliosa e orrida allo stesso tempo, fa capolino Nina Madù. Si fa strada nell’atmosfera rarefatta creata dalla musica e la sua presenza porta con sè qualcosa di enigmatico. Si avvicina al microfono e attraverso la sua voce inizia il suo racconto urbano.

I protagonisti e i luoghi di questo racconto sono l’Uomo col Riporto, incontrato sul tram in Coni Zugna, la Coppia Etero che incede faticosamente sul pavè della Ripa, un Sushi – All you can eat dove qualcuno chiede insistentemente gelato fritto, la Mummia col carrello nel parcheggio dell’Esselunga, i Bambini con le Occhiaie alla fermata della 92 che ti scudisciano con i loro auricolari, lo Chef crudista convertito al cannibalismo, i Grandi Magazzini cattedrale e meta di pellegrinaggio dove ti vaporizzano addosso un persuasivo profumo titolato Killer Attitude.

Nina Madù, che è giaguara urbana e punzecchia la pelle d’asfalto della sua città con le punte dei suoi stivaletti a spillo, pronuncia tutte le parole del suo vocabolario per cantare questo ritratto multiforme. Le fedeli Reliquie seguono questo flusso incessante e metabolizzano continuamente nuovi stili per ri-vomitarli plasmandosi al racconto. Forse qualche inquietudine attecchisce.

Nina Madù ha svolto il suo compito e sparisce nell’ombra di qualche vicolo.

NINA MADÙ E LE RELIQUIE COMMESTIBILI
Testi di Camilla Barbarito

DOVE? Après-coup

QUANDO? Sabato 15 febbraio ore 21

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*