Alessandra Faiella, una pancia senza freni

Da una parte il cervello, dall’altra la pancia. Una sfida infinita raccontata perfettamente da Alessandra Faiella con il monologo “Il cielo in una pancia” scritto da Francesca Sangalli e diretto da Andrea Lisco.

Uno spettacolo che coinvolge il pubblico del Teatro Verdi fin dalle prime battute e che ha come protagonista, appunto, la pancia di una donna dalla sua infanzia fino al magico momento della maternità. La comicità di Alessandra Faiella va a braccetto con un testo ricco di profondità e poesia.

Tanti gli applausi che escono spontanei durante la rappresentazione impreziosita da un’ottima colonna sonora che tocca il suo apice con “High” dei Lighthouse Family, musica in grado di rendere lucidi gli occhi che seguono il volo di un palloncino blu verso il cielo.

Così ogni tassello dello spettacolo si trova nel suo giusto posto facendo volare i 70 minuti di monologo e invogliando chi guarda a lasciare voce a quei neuroni che nella pancia reclamano spazio.

Ivan Filannino

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*